Offerte e Last Minute 2019

 
  Nome (richiesto)
 
  Cognome (richiesto)
 
  Email (richiesta)
 
  Telefono
 
  Citta'
 
  Data arrivo
 
  Data partenza
 
  Messaggio (n. di persone, trattamento)
 
  Consenso Privacy Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento U.E. 2016/679 (GDPR). In qualunque momento puo' richiedere gratuitamente l'aggiornamento, la rettifica, la cancellazione e l'integrazione dei dati, inviando una mail a: info@ilpago.eu
 

Matera2019 Capitale Europea della Cultura


Wifi gratis in agriturismo Facebook Agriturismo Il Pago Twitter Agriturismo Il Pago Google+ Agriturismo Il Pago Instagram Il Pago YouTube Il Pago

FAO 2015 Anno internazionale della Luce e del Suolo

Riflettori puntati sul silenzioso alleato dell’umanità e sui rischi che corre

Esperienza in fattoria didattica

FAONel 2013, in occasione della 68^ Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è stato proclamato il 2015 Anno internazionale della Luce e del Suolo. Sono numerosissime le associazioni, organizzazioni no profit, istituzioni, enti e centri di ricerca internazionali che hanno aderito a questo importantissimo progetto. Tra questi nomi spiccano quelli dell’UNESCO e della FAO, supporter rispettivamente del tema della luce e del suolo.


L'intenzione principale dell’iniziativa patrocinata dalla FAO è quella di aumentare nella popolazione mondiale la consapevolezza dell’importanza rivestita dai terreni coltivati per la sicurezza alimentare dell’intero pianeta, oltre che per il ruolo essenziale rivestito dalla terra nell’ecosistema.

Gli obiettivi dell’Anno internazionale del Suolo sono molteplici, tutti destinati al raggiungimento di una condizione in cui l’uomo sia in grado di sfruttare in modo responsabile la terra e accogliere con la giusta consapevolezza i frutti che essa ci dona.


Una delle azioni che la FAO, in particolare, ma anche le Nazioni Unite e i partners intendono effettuare attraverso una serie di eventi previsti per il 2015 e dopo il 2015, consiste nella promozione di nuove tecniche agricole improntate verso uno sviluppo sostenibile e biologico, così da trasformare il terreno in un suolo sano. Si intende, inoltre, applicare delle vere e proprie politiche economiche volte a tutelare le risorse del suolo e a coinvolgere enti pubblici a diversi livelli, anche regionali e provinciali, affinché questi possano monitorare le attività svolte e verificare il rispetto dei principi dell’agricoltura biologica.

La novità dell’iniziativa risiede nel fatto che non solo i partners ufficiali, ma anche altre organizzazioni, enti, centri di ricerca e, soprattutto, privati cittadini sono invitati a partecipare agli eventi, a porre e a porsi delle domande e a suggerire nuove idee e spunti per contribuire a sensibilizzare l’intero pianeta su un argomento che, troppo spesso, non riceve la giusta importanza.

Non a caso il tema dell’Expo 2015, evento cardine dell’anno che stiamo vivendo, è riassunto nella frase “Il cibo è vita”; la FAO aggiungerebbe “ e il cibo viene dalla terra".

Dieta Mediterranea EXPO 2015



bottom